Lo shiatsu in gravidanza

May 10, 2017

Durante la gravidanza, le gestanti dovrebbero dedicare maggior tempo al proprio benessere psicofisico. In tale ottica, lo shiatsu è perfetto per affrontare al meglio la gravidanza, grazie agli innumerevoli benefici che arreca tanto alla futura mamma quanto al nascituro.

 

Lo shiatsu è un'antica disciplina orientale che, al pari dell'agopuntura, va a stimolare e a riequilibrare l'energia nell'organismo umano, esercitando tutta una serie di pressioni naturali sui meridiani e su altri punti riflessi del corpo.

 

Per tale motivo, questa pratica è particolarmente indicata per combattere lo stress e le tensioni muscolari.

Solitamente i trattamenti cominciano al terzo mese di gravidanza, per proseguire anche dopo il parto; in questo modo, da un lato si favorisce l’allattamento e il recupero fisico, dall'altro si previene l'insorgere di eventuali stati depressivi post partum.

 

Ma soprattutto, si facilitano la nascita e il consolidarsi della simbiosi empatica tra la puerpera e il neonato. Prima del terzo mese, invece, il trattamento è da evitare. Del resto qualsiasi operatore serio e responsabile sarà il primo a consigliare in tal senso. Questo perché occorre superare prima il periodo critico, in cui è fisiologico poter incorrere nel rischio di spiacevoli aborti spontanei.

 

Il motivo principale per cui lo shiatsu è consigliato alle donne in gravidanza può essere riconducibile alle sue capacità di rilassare, infondere serenità, aiutando la futura mamma ad affrontare positivamente i cambiamenti che il parto apporterà alla sua vita e all'equilibrio di coppia.

 

E se questo è vero per tutte le donne, a maggior ragione lo è ancor più per coloro alle prese con la prima gravidanza. Inoltre, poiché è scientificamente provato che il feto è influenzato dall’umore della madre, non potrà non beneficiare anch'esso dal rilassamento indotto dallo shiatsu nelle gestanti.

 

Lo shiatsu è una disciplina profondamente empatica, per tale motivo può risultare particolarmente interessante coinvolgere anche il futuro papà, magari come assistente dell'operatore specializzato, nel sostenere la prossima mamma.
 

Io propongo, nel mio studio, un percorso di shiatsu in gravidanza nel quale, in cinque incontri con la coppia, insegno al futuro padre a fare trattamenti specifici alla futura mamma. In questo modo si rafforza il legame genitoriale e di coppia , in un momento delicato e magnifico come può essere la gravidanza.

 

Se sei interessato, o conosci qualcuno che può esserlo, segui il link

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Post recenti

September 26, 2019

June 21, 2019

Please reload

Archivio