Domande al massaggiatore

February 9, 2017

Ho trovato in rete una serie di domande, sono cose che possono venirvi in mente, che son venute in mente anche ai miei clienti, magari proprio a te. Mi son ritrovato dalla parte dell'intervistato. Allora mi son piaciute quelle domande, le ho adattate ed ho immaginato di rispondere come se fosse un'intervista, il più onestamente possibile.

 

Dove avverrà la sessione di massaggio?

 

In genere la sessione si svolge in un ambiente caldo, confortevole e tranquillo. Spesso è presente un leggero sottofondo musicale. Sono solito ricevervi in studio ma, con clienti acquisiti posso proporre anche un trattamento a domicilio. A volte, e per alcuni massaggi che richiedono tanto olio, può essere preferibile trovarsi a casa propria ed avere subito dopo a disposizione la propria doccia. Non esitate a chiedere.

 

Devo togliere la biancheria intima quando faccio un massaggio?

 

Molte persone preferiscono indossare i loro slip durante il massaggio, mentre altri preferiscono essere completamente nudi. Sta a voi. Non vi suggerirò mai di essere nudi, semmai vi potrò suggerire l'uso di uno slip di carta (di quelli usa e getta), soprattutto durante massaggi che richiedono l'uso di tanto olio. Alcuni massaggi prevedono manovre dove necessito di non avere il reggiseno. Nel caso anche questo possa essere per voi fonte di imbarazzo, comunicatemelo, si trova sempre il modo di aggirare, di modificare le manovre, di coprire il seno. Altra cosa sono i genitali: un massaggiatore serio non vi proporrà mai un massaggio ai genitali ed io non sono da meno. Sottolineo per diradare ogni dubbio: non chiedetemi un massaggio ai genitali. Vi prego non confondete il massaggio con altro.

 

Devo ascoltare musiche new-age e suoni dalla Natura?

 

Gli studi hanno dimostrato che la musica a meno di 60 battiti per minuto ha un effetto calmante e rilassante sul corpo e potrebbe quindi può migliorare l’esperienza. Sono solito modificare il tipo di musica rispetto al massaggio che effettuo. Sarà una musica epica quando lavorerò con massaggi decontratturanti, più rilassante con massaggi  quali svedese, lomi lomi o shiatsu.

 

Che cosa succede se ho un’erezione durante il massaggio?

 

Alcuni uomini non richiedono di essere massaggiati perché temono di avere un’erezione o, per lo stesso motivo, non sono in grado di rilassarsi durante il massaggio. Non vi è alcun motivo di essere imbarazzati, è perfettamente normale e può capitare agli uomini di avere un’erezione nel corso di un massaggio. Un lieve tocco in qualsiasi area del corpo può attivare il sistema nervoso parasimpatico e causare una parziale o totale erezione. L'importante dal mio punto di vista e che la cosa non degeneri in altre richieste o imbarazzanti tocchi non richiesti o con me li presente. Su questo punto sono fermo: se vedo che cerchi altro interromperò il massaggio e ti chiederò con tutta la gentilezza che mi sarà possibile di allontanarti dallo studio. Uomo avvisato...

 

Che cosa succede se mi rendo conto che ho sbavato durante il massaggio?

 

Molte persone cadono in un sonno profondo durante il massaggio  e quando si svegliano,si nota una macchia di bava sul cuscino. Accade spesso quando le persone vengono massaggiate mentre sono a faccia in giù, quindi non c’è nulla di cui vergognarsi.

 

Il massaggiatore deve stare lì quando mi svesto?

 

Un conto è il massaggio, altro è la privacy lasciata alle persone nel momento in cui si cambiano. Da me in studio è presente un separè oltre il quale ci si può cambiare agevolmente rispettando la privacy. Solitamente comunque  esco dalla stanza e vi torno nel momento in cui sarete pronti per ricevere il massaggio. Ripeto son due momenti differenti e non vedo motivo per far si che vi dobbiate cambiare davanti a me.

 

Devo parlare con il massaggiatore durante il massaggio?

 

Anche se alcune persone preferiscono parlare durante il massaggio, non c’è bisogno di fare conversazione per forza. Dopo tutto, sei lì per un massaggio, non sei a un cocktail party! Sentiti libero di chiudere gli occhi e rilassarti, che è ciò che la maggior parte delle persone fa.

Durante i massaggi decontratturanti ed i massaggi sportivi invece sono solito parlare in quanto mi serve capire se la pressione che sto utilizzando non superi mai una soglia del dolore tale che possa causare problemi. solo alcuni dei tipi di massaggio che richiedono ulteriori commenti. sono invece

 

Infine non avere paura di:

  • dire se la stanza è troppo calda o troppo fredda,

  • dire se provi dolore,

  • fare domande relative al massaggio,

  • aggiungere qualcosa che ti sei dimenticato di dire.

Il massaggio farà male?

 

Questo dipende dal tipo di massaggio e dalla profondità con cui viene eseguito. Un massaggio rilassante in genere è piuttosto leggero e non dovrebbe far male, se non quella piacevole sensazione di pressione in caso di spinte più profonde.

 

La sensazione di vero dolore potrebbe essere indicazione di infiammazione muscolare.

Oltre a peggiorare un’eventuale infiammazione, il dolore impedirebbe di godersi il momento e apprezzare appieno il rilassamento.

Il massaggio più efficace lavora sempre con la risposta naturale del corpo, non contro di essa.

Il massaggio decontratturante non è un massaggio rilassante. Dico sempre che la soglia del dolore, su una scala del tutto personale da 1 a 10, dovrebbe attestarsi intorno al 7.

 

Ci sono controindicazioni al massaggio?

 

Qualunque persona in buona salute può sottoporsi a un massaggio rilassante, ma in caso di specifiche patologie potrebbe essere preferibile evitare:

  • infiammazioni acute

  • febbre

  • manifestazioni allergiche

  • malattie contagiose

  • problemi circolatori (come la trombosi, flebite, …)

  • tumori

  • insufficienza cardiaca (che potrebbe essere causa di edemi)

  • morbo di Parkinson

  • calcoli

Quanto spesso posso sottopormi a un un massaggio?

 

Questa è una scelta del tutto personale; se si è in cerca di un occasionale momento di relax una seduta ogni 1-2 mesi può essere più che sufficiente, ma se si desidera affrontare un periodo di intenso stress o altra condizione si può valutare un percorso personalizzato, fatto magari di sedute più brevi e frequenti. Il linfodrenaggio ottiene i suoi migliori benefici con 6/10 sedute ravvicinate. I migliori risultati con un massaggio decontratturante li ottengo intorno alle 3 sedute con cadenza settimanale. Dipende.

 

Mi vergogno di una certa parte del mio corpo e non desidero che il massaggiatore mi veda. Che cosa posso fare?

 

Le persone sono timide per vari motivi. Alcune delle preoccupazioni più comuni sono:

  • sovrappeso,

  • eccessiva crescita dei peli sul corpo,

  • acne sul viso o schiena,

  • piedi brutti,

  • cicatrici.

Essere timidi non dovrebbe mai impedire di ricevere un massaggio. Se ci si vergogna di una certa parte del corpo, è possibile chiedere di evitare la zona. In alternativa, è possibile optare per un massaggio che viene fatto attraverso l’abbigliamento, come ad esempio lo shiatsu o il massaggio tailandese, perché non servono oli e si resta completamente vestiti durante la sessione. Portate con voi il vostro imbarazzo, fa parte di voi, è ciò che vi rende unici. Non sarò qui a giudicarvi.

 

Saranno utilizzati oli da massaggio?

 

La maggior parte dei massaggi prevede l'uso di oli. Fanno eccezione il linfodrenaggio, lo shiatsu, il tai tradizionale.

 

 

Come mi sentirò dopo il trattamento?

 

La maggior parte delle persone si sente particolarmente rilassata, spesso si avverte un sollievo dai dolori e molti raccontano di un aumenta dell’energia e della voglia di fare che dura per diversi giorni.

Se hai ricevuto un massaggio profondo si può avvertire un leggero indolenzimento il giorno successivo, come succede dopo un allenamento intenso in palestra, ma è in genere quella sensazione di fastidio che in qualche modo risulta piacevole e appagante.

Utile mantenersi idratati e magari concedersi un bagno caldo.

 

Infine: Buon trattamento

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Post recenti

September 26, 2019

June 21, 2019

Please reload

Archivio